Volubilis, Fés

8 gennaio 2012
concerie nel suq di Fés

concerie nel suq di Fés

..quando vai dal benzinaio e fai il pieno di verde con 30 euro, con la benzina che costa meno di 90 cent al litro, ti fai meno scrupoli a macinare chilometri su chilometri durante la giornata! Escludendo l’ammazzata di oggi dove abbiamo percorso Fes-Volubilis-Meknés-Fes dalla mattina alle 9 al pomeriggio alle 15!
Però che fai, non visiti il sito archeologico romano più famoso del Marocco? Immerso in un bosco di ulivi su una collina verde ti immagini quanto sarebbe stato bello vivere nel 1° DC in mezzo a quell’architettura così perfetta, che fa impallidire le città moderne!
Un viaggio che per arrivarci doveva essere di 30 km secondo il nostro anfitrione fesso ma che poi si è rivelato essere di almeno 100, senza un cartello ad indicare il sito e con poliziotti che alla domanda: sa dirmi dov’è volubilis? rispondevano il più delle volte: boh!
Uno di loro si è permesso anche di farmi un cazziatone leggendario perchè nella rotatoria non avevo rispettato la precedenza! In pratica in Marocco se sei in una rotatoria non hai sempre la precedenza, perchè devi cmq darla a chi viene da destra! Ma non sempre è così, i casi in cui è lecito non fermarsi per far passare gli altri però non li ho capiti, perchè il vigile sbraitava in Francese e qualche parola l’ho persa per strada!
Ma a Volubilis, tra asinelli carichi di foglie di menta e l’ombra degli ulivi giganti abbiamo dimenticato tutto, tanto che mentre Roberta mi faceva da guida nel sito io ogni tanto mi dimenticavo pure le informazioni che mi dava, ma non era colpa mia!!!!
Di ritorno a Fés decidiamo di prendere una guida per il suq, perchè a quanto pare è intricato come pochi e irto di pericoli.
La guida è un giovincello ben vestito che parla pure Italiano, e che diciamo ha svolto pure bene il suo lavoro la prima oretta del tour! Devo dire che all’inizio del percorso mi sembrava veramente di essere in un labirinto e che mai sarei potuto sopravvivere solo in quel caos, però secondo me la guida lo faceva apposta a farci girare a zig zag, perchè ogni tanto ritornava indietro per posti in cui eravamo già stati oppure ci faceva entrare da porte e uscire da altre facendoci perdere l’orientamento. Magari mi sbaglio, però forse l'”intricatezza” del suq di Fés è una grande messinscena messa in piedi dal regime Marocchino per fare il lavaggio del cervello ai turisti dopo averli drogati con thè alla menta!
Stasera ci penserò meglio al ristorante, comunque sia, di sicuro, chi ci ha consigliato di prendere una guida ci deve rimborsare 200 bei dirham marocchini!!!

altre letture interessanti

nessun commento

rispondi