Merzouga: terzo giorno

24 aprile 2014
Merzouga

La mia prima volta su un quadrupede è stata su un dromedario pieno di pulci, esattamente in data odierna tra Marocco ed Algeria e sulle dune di un tiepido Sahara primaverile nei pressi di Merzouga.
Queste colline di sabbia hanno sempre il loro fascino al di fuori del tempo, al contrario delle Gole del Todra che rispetto all’ultima volta in cui ci sono stato si sono arricchite di una buona dose di cemento ed asfalto, perdendo quell’aspetto selvaggio che tanto mi aveva affascinato anni fa.
Ahmed si è perso in mezzo al deserto oggi, e forse si è pure offeso quando gliel’abbiamo fatto notare, ma dopo aver fatto surf sulla sabbia per due ore con direzione il nulla un pò cominci ad annoiarti e non vedi l’ora che qualcosa dia una svolta a quell’andazzo!
Non so se è stata l’ennesima telefonata con l’uomo misterioso che da un pò gli dava indicazioni stradali errate, oppure l’incontro con cammelliere e dromedari annessi, sorti dal nulla per aiutarci a trovare la via, fattostà che in men che non si dica abbandoniamo il mezzo motorizzato per salire su quello gobboso, e giungere infine al campo tendato da cui vi sto scrivendo e nel quale passeremo la notte.

altre letture interessanti

nessun commento

rispondi