Killarney

9 agosto 2010
Killarney

Le Cliff of Moher sono scogliere erose dall’atlantico e che formano un muro all’acqua ed un passaggio al vento che le spazza continuamente, rendendole aspre come quelle Scozzesi, e altrettanto verdi e ripide!

Poiché il nostro stupido amico Lke mi aveva consigliato di parcheggiare la macchina qualche km prima del parcheggio “ufficiale”, in modo da vedere le scogliere senza la calca dei turisti, ci avventuriamo in mezzo alla palude dopo aver pericolosamente lasciato la macchina in bilico su una curva. Scavalchiamo i vari recinti, di cui uno elettrificato e che Roberta ha anche “testato” beccandosi una scarica nel cervello, x trovarci su un sentiero battuto dai turisti e facilmente raggiungibile dall’ingresso principale!

Perché il mio amico é un mentecatto? Qui sotto potete lasciare le risposte! Comunque, dopo lo shock (elettrico) iniziale, ci godiamo il panorama con il cielo che viene miracolosamente squarciato dal sole, colorando la scogliera e il mare che fino a poco prima erano grigi!

Il viaggio prosegue verso il parco nazionale del Burren, che però non visitiamo x 2 motivi: il primo, e piú ostico, é stato il fatto di non aver trovato un ingresso. E questo ci porta direttamente al secondo motivo, e cioè che probabilmente é un parco accessibile solo a piedi, e non avevamo l’attrezzatura x intraprendere un trekking, x di piú senza neanche aver mangiato! Cosi ci fermiamo dal fido “spar” e facciamo il pieno di salmone irlandese x condire i nostri panini! 🙂

Il pomeriggio prosegue in macchina x raggiungere Killarney, base x la gita di domani, siamo troppo stanchi x percorrere i molteplici km della penisola di Dingle, quindi ci fermiamo nel nostro b&b, immerso nel verde delle campagne del Kerry!

2 ore dopo: 1 pinta e mezzo di Guinness e le stradine di campagna del Kerry sembrano tutte dritte, ma che buona!

altre letture interessanti

nessun commento

rispondi