Khumjung: 3840 metri

6 maggio 2010
Khumjung

..una notte d’inferno abbiamo passato.
Dormiamo infatti in una bettola, e la finestra della nostra stanza si affaccia sulla stalla delle vacche, o meglio, delle Nak, che è la femmina dello Yak.

Stamattina gli Sherpa hanno pensato bene di portarle a passeggio alle 5, odori e rumori fantastici peruna sveglia all’alba! Fatta colazione dedicheremo la giornata all’acclimatazione, ci dirigiamo quindi verso i villaggi Sherpa situati più in alto rispetto a Kath.
Per raggiungerli facciamo la stessa salita dove ieri ho visto i miei antenati scorrermi davanti, questa volta però arranchiamo con meno sofferenza. Nonchè i polmoni ci sorridessero, però erano decisamente più attivi!

Qui piove, quella pioggerella continua che non cessa mai e che ti entra nei vestiti, siano essi in Powertec, Goretex, Kevlar o chissá che altro!
Piove in continuazione ed in piú oggi c’é pure nebbia, cosí fitta che dopo 5 metri giá non vedo piú chi mi sta davanti!
Eppure il maltempo non guasta la meraviglia provata nel percorrere una giungla di rododendri in fiore, simile ad un giardino Giapponese arroccato su rocce dalle forme aguzze e spesso scolpite di preghiere Buddiste!
Arriviamo dopo circa 2 ore al primo villaggio Sherpa (non ne ricordo il nome purtroppo), dove é stato allestito un ospedale per tutti quei poveracci che soffrono di mal di montagna. Speriamo di non doverlo usare, per questo continuiamo il percorso e ci affidiamo agli Dei Buddisti visitando il tempio di Kumjung, a 3840 metri di altezza.

Niente di che dopo aver visto i templi giapponesi, peró diamo una bella girata alle ruote della fortuna poste al difuori della struttura, speriamo ci portino bene!!!..apro una parentesi ..(mentre sto scrivendo al pc, i ragazzetti sherpa amici nostri, Karsang,Binaya e Sameer mi stanno appiccicati, curiosi di quello che sto facendo suun pc che non avevano mai visto cosí piccolo).
Parlando con loro scopro che in realtá solo uno di loro é di etnia Sherpa,gli altri 2 (il quarto non so dove sia e non ci ho parlato molto)appartengono ad altre 2 popolazioni Nepalesi, ed ognuno di loro parla unalingua completamente differente.
Comunicano tra di loro in Nepalese, che é una sorta di lingua franca.
Da Kasii, che si diverte a guardare i ragazzetti scrivere sul mio pc (ho chiesto loro di scrivere i nomi da soli, visto che erano cosí curiosi della tastiera) riesco ad avere una visione leggermente piú chiara della situazione politica.
Le contestazioni a Kath sono, come avevo capito, sfociate per l’imminente stesura della costituzione il 28 maggio, che é provvisoria da parecchi anni.
I Nepalesi cercano di essere rappresentati in governo, l’etnia Sherpa ad esempio, che conta il 20% della popolazione, non ha nessun rappresentante! In piú ci sono problemi con l’India.

Non essendoci un confine vero e proprio tra le 2 nazioni, gli Indiani da qualche anno stanno insediando militari in territorio Nepalese, sconfinando in maniera evidente e senza nessuna opposizione da parte del governo.
A questo va aggiunto che il tasso di mortalitá per fame é altissimo, mentre quello infantile pone il Nepal al terzo posto nel Mondo..é chiaro che il popolo Nepalese ha bisogno di un nuovo governo, oltre che di una nuova costituzione..
Stanchi della pioggia di Khumjung torniamo a Kath deviando per un sentiero che costeggia un Hotel Giapponese, famoso per essere il piú alto al mondo e tra i piú costosi del paese!
Chissá perché lo avranno costruito qui, forse perché il paesaggio ricorda tanto i loro giardini?
Dall’enorme vetrata dell’hotel ci dicono che si scorga l’Everest, ma la nebbia é ancora alta e rimaniamo abbastanza delusi..poveri noi..se il tempo continua cosí, riusciremo ma a vedere questa benedetta montagna?Da qui un sentiero a strapiombo nel vuoto ci riporta a Kath, e il solefinalmente riesce a farsi strada tra le nuvole!

altre letture interessanti

3 commenti

  • Matteo 6 maggio 2010 a 09:20

    4000….. arriviamoooooooo

  • gianna 6 maggio 2010 a 09:29

    è bello giorno per giorno andare a scoprire cosa vedono i vostri occhi…un abbraccio forte a tutti, ma soprattutto ad uno ; )

  • Braeros 6 maggio 2010 a 20:40

    che viaggio favoloso, è bello svegliarsi la mattina e leggere le vostre avventure. l'unica cosa negativa del vostro viaggio? SCOPRIRE COME FINISCE LOST DA UN COMMENTO SUL BLOG HAHAHAH

  • rispondi